L’agenzia argentina per l’immigrazione si rifiuta di pagare un riscatto Bitcoin del valore di 4 milioni di dollari agli hacker

Recentemente, l’agenzia ufficiale argentina per l’immigrazione, nota come Dirección Nacional de Migraciones, è stata colpita da un’azione di riscatto che ha temporaneamente bloccato il passaggio del confine. Gli aggressori chiedono ora un riscatto Bitcoin Evolution del valore di 4 milioni di dollari dopo aver aumentato l’importo iniziale del riscatto. Nel frattempo, l’agenzia argentina per l’immigrazione si è rifiutata di pagare il riscatto della Bitcoin.

Gli hacker hanno criptato i file dell’agenzia

Come ha riferito Bleeping Computer domenica, l’attacco con il riscatto è stato appreso il 27 agosto, dopo che diversi punti di controllo hanno iniziato a chiedere supporto tecnico alla Direzione della Tecnologia e delle Comunicazioni, quasi contemporaneamente. Sapendo che la situazione non era più ordinaria, sono state effettuate indagini che hanno scoperto l’attività di un malware, Netwalker.

Si dice che Netwalker sia un potente virus di criptovaluta che utilizza tecniche complicate per crittografare i documenti utilizzando il cifrario AES. Le sue attività sono state segnalate per la prima volta nel settembre dell’anno scorso.

Quindi, avendo avuto accesso al database dell’agenzia ufficiale dell’immigrazione argentina, la maggior parte dei loro file sono stati crittografati. L’agenzia ha dovuto abbattere il loro server per evitare che il ransomware si diffondesse in altre reti di computer.

Gli aggressori vogliono 4 milioni di dollari di riscatto Bitcoin

Di conseguenza, il server offline ha influenzato le attività di immigrazione nel paese. I valichi di frontiera sono stati temporaneamente bloccati per circa quattro ore prima del ripristino dei server. Precisamente, la Direzione nazionale della migrazione (National Directorate of Migration – DNM) ha annotato nel rapporto:

„Il sistema globale di cattura delle migrazioni (SICaM) che opera nei valichi internazionali è stato particolarmente colpito, causando ritardi in entrata e in uscita verso il territorio nazionale“.

L’avviso iniziale allegato al riscatto richiedeva che l’agenzia pagasse un riscatto Bitcoin di 2 milioni di dollari per decrittare quei file. Tuttavia, gli hacker hanno in seguito raddoppiato il riscatto dei Bitcoin a 4 milioni di dollari (cioè 355 Bitcoin a seguito del valore attuale della valuta criptata).

L’agenzia non è riuscita a negoziare con gli hacker, dicendo questo:

„Non negozieranno con gli hacker e non si preoccupano nemmeno di recuperare quei dati“.

You may also like

BitMEX ujawnia Bitcoin Pop-Culture „Brain Wallet“ Słabość

Recentemente, l’agenzia ufficiale argentina per l’immigrazione, nota come Dirección Nacional de Migraciones, è stata colpita da un’azione di riscatto che...

Hacker steals $15 million from Yearn Finance project

Recentemente, l’agenzia ufficiale argentina per l’immigrazione, nota come Dirección Nacional de Migraciones, è stata colpita da un’azione di riscatto che...

Für Kryptos wie Bitcoin kann die Risikoverwaltung schwierig

Recentemente, l’agenzia ufficiale argentina per l’immigrazione, nota come Dirección Nacional de Migraciones, è stata colpita da un’azione di riscatto che...

Craig Wright Trial Over a Fortune in Bitcoin Verplaatst naar 2021

Recentemente, l’agenzia ufficiale argentina per l’immigrazione, nota come Dirección Nacional de Migraciones, è stata colpita da un’azione di riscatto che...

Back to Top